Cerca nel blog

sabato 20 luglio 2013

Te la do io la Russia (ed anche il 4%)

 
     Questi 10 giorni di assenza ereticale sono andati come dovevano andare, a Sienina: la Maginot del 4% è andata a farsi benedire (ci torneremo, ma una domanda sorge spontanea: perché quelli che per anni sono stati a difesa del 51% della Fondazione perinde ac cadaver, sono quasi tutti gli stessi che hanno voluto affrancarsi dal 4%?); un collega (in pensione) ha preso per il naso il Sindaco Rodolfo Valentini (e molto bene ha fatto il Sindaco a buttare acqua sul fuoco, visto che, lancia in resta, c'erano quelli del Partito dell'Amore senesota pronti a gettare benzina sul fuoco sull'evento, agitando lo spettro del solito "clima velenoso" e baggianate simili); poi, a sciupare il compleanno di Mussàri Giuseppe (oggi chi glieli avrà fatti gli auguri, fra i servi che, ogni anno il 20 luglio, si prodigavano in tal senso?), arriva la nuova inchiesta per - secondo la Procura - avere evaso qualche milioncino di euro: tegola che riguarda anche altri 10 montepaschini di peso, compreso fra gli altri il professor Fabrizi.
 Questa mi sembra la sintesi dei giorni di eretical assenza. Se mi è sfuggito qualcosa di importante, i lettori me lo faranno notare, come sempre.

   Quanto alla Russia, ci sono talmente tante cose da dire, che confesso di non sapere da dove iniziare. Visto che la scuolina è chiusa, diciamo che quest'estate il mercoledì raccoglieremo riflessioni ereticali sulla Russia putiniana (visto il blogger Navalny?).
 Certo è che, in attesa dei mercoledì putiniani, una cosa va subito detta, prima di analizzare i meccanismi del potere dell'ex spia sovietica e le sue ripercussioni sulla magmatica società russa: i turisti-visitatori non sono ben accetti.
 In nessun luogo ove l'eretico si sia mai trovato da visitatore, tale e tanto è stato (con, ovviamente, le dovute eccezioni) il disprezzo verso lo straniero.
 Già il cirillico, in quanto tale, è una straordinaria barriera cultural-linguistica (nella Metro, staliniana, di Mosca, NON c'è mezza parola in inglese; a San Pietroburgo, almeno, sì...), accompagnato dalla prevista inabilità generalizzata allo spoken english.
 Il fatto è che il moscovita o il pietroburghese medio danno l'impressione - se va bene - di sopportarti: provate ad entrare in un supermercato, per credere (a proposito: in tutte le casse si vendono le sigarette, a prezzo molto più basso che da noi, e nei locali pubblici gli spazi per il fumo ci sono, eccome). I custodi di musei o siti di rilevanza culturale sono spesso inflessibili, e dotati di una rudezza di modi che sfocia spesso nella arroganza, rectius tracotanza.
 Che dire dei controlli agli aeroporti? La sicurezza avanti a tutto, ma che un volo composto in larga parte di italiani attempati venga perquisito come se fosse, invece del San Pietroburgo-Verona, il San Pietroburgo-Grozny, onestamente ce ne passa...
 Per l'ottuso burocrate con la forma mentis ferma alla III Internazionale, il pensionato con lo zainetto colmo di balalaike o di matrioske (spesso made in China, sic) è equiparabile al baldo giovane con barba caucasica da guerrigliero binladeniano, evidentemente.
 Il povero eretico, fatti 46 minuti di bolscevica fila per entrare nel cupissimo mausoleo di Lenin sulla Piazza rossa, per essersi attardato mezzo secondo in più del consentito a scrutare la mummia con il pizzo, è stato redarguito a marziali gesti nonché a mali parole (ovviamente mai sapremo con esattezza quali) da un militare di picchetto. Ma si può (e soprattutto: si deve)?
  Dalle dispute teoriche fra ortodossia ed eterodossia marxista-leninista, si è passati al derby Coca cola-Pepsi. Prima a Leningrado Vladimir Ulianovich arringava la folla bolscevica, oggi c'è l'empolese Luciano Spalletti che fa la formazione dello Zenit degli oligarchi di Gazprom.   Ed intanto, Vladimir Putin gode. Cercheremo di capire come...

Ps Il nipote del Premio Frajese Gianni Letta, cooptato da Giorgio Napolitano alla Presidenza del Consiglio, ha ieri solennemente detto, nell'aula senatoriale, durante lo scottante caso Ablyazov:
"Non scambiate la mia educazione per debolezza, non mi sottovalutate".
Vladimir Putin, una cosa così non l'avrebbe mai detta. Non ne avrebbe avuto alcun bisogno.

29 commenti:

  1. BENTORNATO ERETICO, SENZA TE E IL SANTO NON SE NE POTEVA PIù! E mi manca Dantès, Bea, Regina ecc.
    Hai dimenticato di ricordare il buffo del requiem al MPS senese. I vari leader alternativi Tucci, Aurigi, Vigni e compagnia bella si sono ritrovati contro Valentini e con Neri. Oddio, non potevano votarlo al momento buono il Neri e non fare vincere Valentini? Non sarebbe andata diversamente?
    Questi non si rifaranno più la faccia. Ormai l'hanno perduta per sempre.
    Povera Siena. Maggioranza debole, ma che opposizione? Anche peggio. Tu non avrai sentito le 3 ore di Renzi con Mentana e Travaglio in tv. Ha trionfato. E' il meno stupido, per così dire, sulla piazza nazionale. Ogni epoca ha dei geni adeguati al suo livello medio.
    Ma quanto ha ragione a dire che l'unico partito che POTREBBE salvare l'Italia è il PD. Gli altri che sono? Parodie di partiti, e le liste civiche hanno finito anche peggio. Movimenti unipersonali. Pensaci, Raffaele, pensaci. Forse è il momento che tu faccia una seria riflessione.
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Silvia, secondo me hai ragione su (quasi) tutto, tutto, tutto. Salvo una cosa: l'Eretico nn ci pensa nemmeno a riflettere ....

      Elimina
    2. No. perché il Neri è in realtà un cenniano (verifica se vuoi), non ce lo dimentichiamo. il Cenni ha governato negli ultimi 10 anni con i risultati che conosciamo. Tucci, Vigni , e Aurigi sono persone coerenti e di onestà intellettuale tale da non poter (giustamente) scendere a compromessi con con coloro che NON hanno fatto il bene della città. Semmai avrebbero dovuto allearsi loro tre per cercare di neutralizzare la casta e il sistema degli aggrovigliati. Ricordiamoci che il ballottaggio finale era semplicemente casta contro casta e non buoni contro cattivi. Ormai credo sia chiaro a tutti..anche ai più duri di comprendonio.

      Elimina
  2. Ben tornato Eretico.
    A proposito del tuo giretto in Russia ma perchè non farsi una settimana a Rimini? Ok la Russia è la Russia ma una volta ci si andava (chiedere al Nano ghiacciato detto il Giubba)per poi tornare entusiasti indipendentemente da... da quello che si era visto, da ciò che si era ascoltato, da quanto sopratutto ci era sato negato di vedere ed ascoltare.E magari raccattare , come il nano ghiacciato, qualche incarico in patria, E ti meravigli se un soldatino ventenne di tratta male ...ma dai...ammettilo anche tu: si stava meglio prima del novembre 89; per lo meno non ci doveva lamentare dei comportamenti dei soldatini sgarbati uguali ai camerieri di Rimini nelle pensioncine da 40 eurini tutto compreso o i custodi degli Uffizi all'orario di chiusura?. Chi aveva (l'obbligo) e l'interesse di dire che tutto andava bene oltre il Muro veniva lasciato dire e amen e chi invece, senza esserci andato, ne diceva male , bè aveva ragione a prescindere (e gli altri lo sapevano che avevano ragione ma era un gioco delle parti...). Oggi vai in Russia? Va bene ma non ti aspettare di trovare tracce del glorioso (sic!) passato ma un allegro luna park dove sarai trattato, come nel resto del mondo, a secondo del colore della tua credit card. Dai retta: l'anno prossimo a Rimini....o a casa
    Comunque bentornato e buona estate

    RispondiElimina
  3. 20 luglio, è anche il compleanno del mio babbo e di Otto Schily.

    margh.

    RispondiElimina
  4. Gira voce che quando fra 80 anni sarà passato a miglior vita anche Franchino Ceccuzzi verrà mummificato in Piazza del Campo. Il mausoleo glielo progetta l'architetto Andrea Milani..

    RispondiElimina
  5. Carissimo... a imparare a leggere il cirillico (non dico a imparare il russo... dico a leggerlo) ci vogliono 10 minuti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vede che non sono perspicace come te, caro anonimo: con il cirillico, qualcosa si capisce (il greco aiuta), a livello di prima lettura. Ma leggere in modo fluente (e dico leggere, non capire cosa si legga!) mi pare decisamente un'altra cosa.
      Comunque molto contento che fra i lettori ci siano dei fenomeni, quanto ad intelligenza: prima lo sospettavo, ora ne ho la certezza...

      L'eretico

      Elimina
    2. Non ti irritare... mica volevo far inacidire il mio blogger preferito.
      Dicevo che, se ci sono riuscito io, non è un'impresa sovrumana...

      Elimina
    3. La permalosità eretica non conosce soste.

      Elimina
    4. Signori....imparare al più presto il russo che tra poco ci prendono la Banca. Sento già il P.rofumo (anzi il puzzo di fregatura) nell'aria. L.M.

      Elimina
  6. Bentornato Professore! Sull'attualità senese degli ultimi giorni ti sei dimenticato dello scampato fallimento del Siena.
    Solidarizzo con chi ci lavora per aver conservato il posto (non mi riferisco ai calciatori, ma alle figure "minori" dello staff che probabilmente tengono famiglia e possono ancora contare su uno stipendio), ma mi pongo la seguente domanda: MPS sarebbe stata altrettanto disponibile con un'altra impresa privata gravata da circa 70 milioni di debiti? Oppure è sempre il solito giochino per cui "alcuni sono più uguali di altri" (Orwell docet)? Vorrà dire che quando fra un paio d'anni saremo con le toppe al culo ci consoleremo cantando "Roburrone avanti avanti!"...

    MICHAEL KOHLHAAS

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te magari puoi sfruttare questi due anni per capire di cosa si parla prima di scriverne,
      Eri più contento se la Robur falliva ? Sei uno di quelli che pensa che il benessere a siena finisce perchè il monte ha dato troppi soldi al Siena ?
      Ce la fai a trovare un tifoso che PRETENDE che il monte finanzi il Siena a fondo perduto ?
      Se si fammelo sapere ma non credo.
      Ce la fai a trovare un'azienda , un ente un associazione che è fallita perchè il monte ha dato troppi soldi alla Robur ?
      Faccelo sapere siamo ansiosi.
      Ce la fate tra tutti per piacere a non nominare sempre la squadra di pallacalcio per ogni questoine che riguarda questa città di ladri e parassiti?

      P.S. I tifosi , quelli veri , del Siena calcio hanno già ampiamente dimostrato di essere cittadini migliori di altri.
      Quanto meno ci mettiamo la faccia nelle contestazioni , non stiamo sempre appollaiati dietro alle tastiere dei pc.

      P.S.2 Io tra due anni mi consolerò LAVORANDO come fanno in tutto il resto del mondo in cui non c'è un babbone che aiuta i parassiti !

      FOGLIETTI

      Elimina
    2. E te ce la fai a ragionare col cervello pensando che nella vita - prima del calcio - esiste il lavoro e la dignità delle persone?
      Premesso che il Siena l'ho seguito per anni (ora parecchio meno, visto cos'è diventato il calcio) e che non sono affatto dispiaciuto che la società si sia salvata (rileggi la seconda frase, il senso mi sembra chiaro no?!), mi sono fatto una domanda semplice semplice: perché il Monte dei Paschi salva un'azienda come l'AC Siena che ha più di 70 milioni di debiti e non aiuta con lo stesso zelo altre realtà produttive? Fatti un giro in provincia, vai a vedere quante piccole e medie imprese tirano giù il bandone perché le banche non danno più credito! Un piccolo imprenditore che si fa il culo da anni e da da mangiare a 10 operai ha meno diritti di Mezzaroma?
      L'impressione mia è che il Siena sia stato salvato per una questione politica, d'immagine e d'opportunità. D'altra parte in una città dove scendono in strada 300 persone per manifestare "contro il sistema" (al corteo di "riprendiamoci Siena" io c'ero! Non ero dietro la tastiera!) e in 1000 per salvare il pallone (con tanto di copertura televisiva di C3T, TG3 ecc.) non mi meraviglio più di tanto...
      P.S.: tra 2 anni mi consolerò anch'io lavorando (col "Sistema Siena" io non ci ho mai mangiato); non so se avranno la stessa fortuna gli "esternalizzandi" di MPS...

      MK

      Elimina
    3. "I tifosi , quelli veri , del Siena calcio hanno già ampiamente dimostrato di essere cittadini migliori di altri".
      Senza parole. Si commenta da sé ......

      Elimina
    4. Anonimo, secondo me parti prevenuto. Quello che ti ha detto Foglietti è altro e non si commenta da solo, lo devi solo 'digerire'. Provo io a spiegartelo: il Siena non è stato fatto fallire perché, SOLO, ha 10 milioni di cambiali in mano.
      Il MPS ha fatto la banca: sa che avremo tanti tanti milioni da dare a loro ( cessioni giocatori, diritti TV SKY, paracadute della lega) e su questi ha fatto i conti. Se il Siena otterrà, cedendo i giocatori più pagati e scommettendo sulla salvezza perché stanno di fatto COSTRINGENDO IL SIENA A SVENDERE, il MPS incasserà ( per dire altri milioncini, scalando così il debito) e si parerà il culo. INTASCANDO.
      Quindi non ha fatto piaceri, ma ha fatto i conti. vedi la forzatura di far iscrivere una squadra con la penalizzazione, riducendo di fatto la possibilità di salvezza ( queto ti fa capire di quanto importa all'MPS il futuro del calcio a Siena).
      Si, carobello, siamo cittadini migliori degli altri perché abbiamo lottato per qualche cosa, a lungo, e lotteremo ancora.
      Quello che mi scandalizza a me ( che presuntuosamente tra l'altro non segui più il calcio perché non ti piace e quindi fai già un quadro disgustoso di ciò che ci gira intorno) invece sono le tue impressioni, le tue congetture sul fatto che un'azienda è stata salvata per...
      Quando andrai a prendere per la giacchetta il padrone, come hanno fatto i tifosi del Siena, allora forse potrai parlare.
      Il corteo 'riprendiamoci Siena' lo dovevate fare tutti i giorni, come tutti i giorni sono stati attivi loro ( o noi se preferisci).
      Vedrai che da 300 diventavi 3mila.

      PS: un'ultima notizia. Il signor Viola non ha mai detto l'entità del debito della Robur. MAI.

      Elimina
  7. bocci Fabrizio21 luglio 2013 15:56

    Andare in Russia a fare che? Meravigliarsi della maleducazione é il colmo. Un popolo abituato a non fare un tubo, tutti diritti nessun dovere, come i ns. Compagni dei circoli culturali arci. Il monte é perso, magari arrivano i russi. Quanto ad educazione non ci faremmo caso. Apprendo con piacere che il malgoverno mps é cominciato prima del grande Beppe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che abituati a non fare un tubo sono tutti quei tanti, troppi, senesi figli di papà, che stazionano per il corso o nei luoghi in di Siena per il solo gusto di farsi vedere e che nel sistema Siena si erano integrati benissimo permettendosi di vivere grazie ad un posto di prestigio spesso non meritato ma ottenuto perchè figli di . E ricordati che questo è l'umus su cui è nato il malgoverno che oggi tutti vediamo. Ma attenzione Senesi ( ed io sono senese ) la crisi a Siena ha ancora da venire o meglio ancora, a differenza di quanto accade nelle altre realtà, non ci rendiamo conto delle conseguenze di quanto stà accadendo, e pensiamo che prima o poi senza che niente accada tutto tornerà come prima. E poi sono i russi abituati a non fare niente! Almeno loro hanno dimostrato di saper cambiare la loro nazione, noi la nostra società senese la critichiamo ma non la cambiamo, forse perchè in molti ci mangiano dentro ancora molto bene.Francesco

      Elimina
  8. Guarda che ai circoli Arci è pieno di omini degli orti che oggi effettivamente non fanno un tubo ma almeno hanno lavorato da giovani.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bocci Fabrizio21 luglio 2013 23:15

      Si tutti diritti e nessun dovere. Hanno mandato certificati tutta la vita, e sono andati in pensione a 50 anni. Ma di che parli?

      Elimina
  9. In Russia fare che. A imparare e molto . La letteratura e la musica per le anime belle, poi ci sono quelli che vanno al sodo possono imparare la balistica e la fisica. Cosa pensate uomini dal buon governo e cervello fino. CHE SI VADA E SI ARRIVI IN ORBITA IN MONGOLFIERA? E GLI UOMINI CRISTIANI studino la terza Roma forze capiranno qualcosa del cristianesimo. E poi la profondità di un popolo nel pensiero e nella fede delle loro chiese dalle cupole d'oro.

    RispondiElimina
  10. In effetti in effetti in Russia c'è stato un Beppe che aveva studiato da prete ortodosso e qualcuno dice sia stato vicino alla sua chiesa fino alla fine, e la salvata purtroppo non conosco il cognome.

    RispondiElimina
  11. Vissarionovic Dzugasvili, detto Stalin?
    Durante la seconda guerra mondiale si alleò con la Chiesa ortodossa, dopo averla strenuamente combattuta negli anni precedenti.

    RispondiElimina
  12. Eretico, te vai in Russia, ma il superavvocato ti ruba il mestiere!! Ha cominciato a scrivere, e di che tinta... Un po' in ritardo, ma bentornato!

    RispondiElimina
  13. Piccinino il mio eretico maltrattato da quei bruti bolscevichi,te l'avevo detto di non fidarti dei comunisti ascolta una bona volta .
    Mamma Serena

    RispondiElimina
  14. C'era un tipo sempre in Russia dopo la rivoluzione bolscevica che aveva idee grandi e voleva portare la rivoluzione per il mondo. Un giorno Beppe passò dal convento dove aveva studiato e il pope gli disse: ' o Beppe c'è uno che si è messo in testa di fare tutti uguali, così dobbiamo mandare le nostre risorse agli altri, il nostro compito è pensare al nostro popolo.
    Beppe senza tanti complimenti mandò il tipo in esilio e fece della Russia una Potenza.

    RispondiElimina
  15. Inutilità questa è la parola. Tutti sui blog a criticare, giustamente, la Casta a evidenziare i problemi soppesarli confrontarli e dimostrare che a Siena sono stati fatti tanti danni. Qualche denuncia vinta. Qualche protesta contro Ampugnano. Tutto male, tutto a rotoli. Da quanto tempo è stata denunciata questa situazione? Da prima delle elezioni. E allora? E' cambiato qualcosa? Qualche testa è caduta? L'opposizione è priva di vecchi elementi che sono ritornati sulle poltrone? Nessuno ha tirato almeno una parolaccia ai varii Mussari, Vigni, Mancini? Di sicuro sono stati a Siena almeno per andare al Tribunale. Nulla. Tra un mese ci sarà la Festa dell'Unità e ci saranno i soliti pienoni. Tutti a mangiare costoleccio, spaghetti e pizza; poi dibattito e pronti con gli applausi. E allegria che la barca regge. La loro barca. Ma non vienme il sospetto che i senesi siano una massa di pecoroni e senza attributi? Se questo fosse successo altrove qualche 'golino' sarebbe volato anche ai varii Mazzoni, Piccini, Amato e simili, si anche loro, che ora fanno le verginelle, ma anche loro ci hanno pocciato alla Muccona Monte. Caro Eretico, è bello scrivere dossier su dossier sulla Casta e Monte, ma poi se non ci si impegna in prima persona la cosa resta nell'aria. Prova a candidarti le prossime elezioni....io ti voto. Ma questo vale anche per gli altri amministratori di blog anti Casta, ovviamente. Protestare, magari un bel corteo nel Corso, perchè finora è stato fatto solo il solletico alla Casta e Curia. Per quest'ultima entità una bella letterina esplicativa al Sor Francesco di Roma, non sarebbe bene mandarla? Lancerei la proposta. a me Boncristiani è sempre stato antipatico fin da quando venne il primo giorno a Siena. L.M.

    RispondiElimina
  16. Vedi anonimo di sopra, a Siena non c'è mica un Beppe e un pope come quello russo che ho descritto. Che lo vedi il vescovo dire a un Beppe senese: o Beppe qui c'è qualcuno che invece di pensare ai nostri vecchi ai nostri disoccupati pensa alla fame nel mondo vedi se lo mandi in esilio.
    Penso che le cose rimarranno così . Non si può fare nulla.

    RispondiElimina
  17. Siena paese di ingenui. Esempio: ricordate la minipay? Una delle poche cose buone fatte per parcheggiare a Siena, tariffe scontate, ricarica un po' laboriosa, ma tutto sommato la cosa andava bene. Poi cosa arriva? la grande idea: la sostapay, tante promesse, migliore servizio e ciance varie. La realtà: si paga per averla 17 euro e poi fregatura finale quando la ricarichi hai l'accredito decurtato del 21% a differenza della vecchia minipay. Già ho sempre sospettato che quando qualunque ente, ditta e simili (enel, intesa. ecc), cambia qualcosa dietro le promesse c'è sempre la fregatura e quindi ho avuto l'ennesima conferma. Ovviamente le mie lettere ai quotidiani locali sono state ignorate, siamo in Bulgaria a Siena, dobbiamo essere sempre felici. Quindi se si cominciasse a protestare in tanti forse qualcosa succederà? O no? Io ho già mandato una lettera di protesta agli inventori della Sola Sostapay (Siena Parcheggi). Poi vedremo che succede. L.M.

    RispondiElimina